Consigli e-Commerce

Aumenta le vendite online ottimizzando l’e-merchandising

By Valerio Ruberto on 03 ottobre 2017/

Lo sapevi che l’85% degli utenti abbandona un sito se non trova il suo prodotto entro 2 minuti? Questa dinamica è legata a delle problematiche di merchandising, problematiche spesso legate alla ricerca, l’organizzazione o l’esposizione dei contenuti. Per aiutarti ad aumentare le vendite, il team di PayPlug ha preparato qualche consiglio utile ad ottimizzare il tuo e-merchandising!  

 

Merchandising: di cosa si tratta?

aumenta le vendite online ottimizando l'e-merchandising

In origine, con il termine merchandising si identificava l’insieme delle tecniche di ottimizzazione degli spazi espositivi e di presentazione dei prodotti nei punti vendita fisici. L’obiettivo di questa tecnica era massimizzare il volume delle vendite.

Negli anni 50, il merchandising si limitava a queste 5 condizioni: il prodotto giusto, al posto giusto, nel momento giusto, al prezzo giusto e nella quantità giusta. Oggi la sua definizione si è evoluta e include anche le seguenti attività: la disposizione all’interno del punto vendita e la circolazione, la valorizzazione dei prodotti, l’ottimizzazione dell’assortimento e lo spazio dedicato.

Il merchandising è una scienza che viene messa in pratica nella maggior parte dei punti vendita. Oggi si considera che anche per l’e-commerce esista la nozione di merchandising, chiamata appunto e-merchandising. Quest’ultimo ha come obiettivo di ottimizzare il tasso di trasformazione oltre che il carrello medio. Per farlo, vengono utilizzate le seguenti tecniche: ottimizzazione della ricerca interna e dei cataloghi prodotto, indicizzazione dei prodotti in funzione del comportamento degli utenti, tecniche di cross selling, upselling, packselling o ancora ottimizzazione del processo di acquisto.  

 

5 consigli di PayPlug per aumentare le tue vendite

consigli di PayPlug per aumentare le tue vendite

  • Metti in evidenza i tuoi best sellers

A partire dalla home page, è importante mettere in evidenza i prodotti più popolari. Se il cliente è indeciso sugli acquisti che vuole effettuare, proporgli una selezione dei prodotti più popolari può aiutarlo a prendere una decisione o aumentare il numero di referenze nel carrello.

Allo stesso tempo, fai attenzione all’ordine con il quale mostrerai i tuoi articoli. Infatti, più del 50% delle attività si svolgono sulla prima pagina di una categoria di prodotti o sulla prima pagina dei risultati di ricerca. Generalmente, il primi prodotti che mostri sulla pagina 1 del tuo catalogo genereranno le migliori vendite.

Ecco uno schema che può aiutarti a capire meglio come posizionare gli articoli in funzione della loro popolarità:

metti in evidenza i tuoi best sellers : consigli e-merchandising

Fonte dell’immagine : http://www.poynter.org

  • Dai la possibilità di utilizzare dei filtri pertinenti

Se pensi che basti una semplice barra di ricerca per fare felici i tuoi clienti, ti dovrai ricredere! E’ importante che i tuoi clienti abbiano la possibilità di filtrare la loro ricerca in funzione di diversi criteri. Per esempio, se il tuo sito vende scarpe, è importante che il tuo cliente abbia la possibilità di filtrare per colore, materiale, taglia e modello come minimo.

  • Personalizza il percorso dei clienti

Per migliorare il tasso di conversione sul tuo sito, è importante proporre i prodotti giusti pertinenti rispetto alla ricerca degli utenti. Puoi quindi prevedere dei posizionamenti strategici dove mostrare delle raccomandazioni personalizzate:

  • Gli ultimi prodotti consultati dall’utente
  • Prodotti complementari al suo acquisto
  • Prodotti della stessa categoria merceologica dei prodotti nel carrello

Per fare questo, puoi usare dei motori di raccomandazione come Target2sell o Nuukik, delle soluzioni che funzionano con il supporto di un algoritmo di predizione. Questi motori prendono in conto i dati di navigazione degli utenti al fine di fornire delle raccomandazioni personalizzate al cliente.

Personalizza il percorso dei clienti

  • Ricorda di facilitare il percorso di acquisto

Effettuare un acquisto a volte può sembrare lungo e complicato, soprattutto se ogni tappa dell’ordine invia l’utente su pagine diverse. Una buona soluzione può essere quindi installare un sistema di “one page checkout” nel quale si chiede al cliente di inserire le sue coordinate, scegliere il metodo di spedizione e di pagamento sempre sulla stessa pagina, cosa che rende molto più semplice il percorso d’acquisto.

Con PayPlug, puoi beneficiare di questa funzionalità che garantisce un tempo di acquisto ridotto e ottimizzato.

  • Non dimenticare di fare dell’A/B Test

Il modo migliore di determinare quale sistema funzioni meglio per il tuo sito e-commerce, è di realizzare dei test e analizzarne i risultati. Per questo, non esitare a fare delle prove anche se ambiziose, perché potrai avere delle piacevoli sorprese!

Puoi provare delle soluzioni come  AB Tasty oppure Kameleoon con le quali riuscirai facilmente a misurare e giudicare le diverse performances.

Ora che hai tutte le carte in mano, a te di giocare!

Per ottenere altri consigli su come aumentare le vendite, sarà presto disponibile il nostro e-book, con una selezione dei 5 consigli chiave.

Fonte: e-merchandising.net

Post tagged: Consigli e-Commerce

A proposito dell’autore

Valerio Ruberto

Valerio è responsabile della redazione degli articoli del blog in cui si parla delle ultime novità di PayPlug, consigli e trucchi per gli e-commerce.

0 comment

La tua pagina di pagamento è ottimizzata?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER