Consigli e-Commerce

Come definire la giusta strategia di e-mail marketing?

By Emanuele Patrizi on 09 gennaio 2020/ Tempo di lettura : 7 minutes

La comunicazione di marketing via e-mail cresce costantemente: nel 2016 il numero totale di messaggi inviati e ricevuti ammontava ad 215,3 miliardi e ci si aspetta che questo valore cresca fino a 257,7 miliardi entro la fine del 2020 (Fonte: Radicati).

Il motivo? L’e-mail marketing è uno strumento molto efficace per conquistare nuovi clientifidelizzare quelli già esistenti. 

Sia che tu stia iniziando con l’e-mail marketing o che tu stia studiando una nuova strategia, sembra che le cose da fare siano tante! Tranquillo, ti guideremo attraverso tutte le fasi che devi intraprendere per garantire il successo della tua strategia di e-mail marketing

 

1. Costruisci e amplia il tuo elenco di contatti

Il primo passo che devi compiere per iniziare a definire la tua strategia di e-mail marketing è di costruire e ampliare con il passare del tempo il tuo elenco contatti.

Inutile dire che hai bisogno di persone a cui inviare e-mail, altrimenti la tua strategia sarà poco efficace.

Il tuo sito Web dovrebbe essere il primo punto da cui iniziare quando si crea un elenco di contatti. I clienti che visitano il tuo sito o il tuo blog hanno già interesse per ciò che offri, quindi è il posto perfetto per incoraggiarli a lasciarti il loro indirizzo e-mail.

Puoi utilizzare incentivi per aumentare le iscrizioni, come Base Blu che propone il 10% di sconto sull’intero ordine se gli utenti sono disposti a lasciare i loro contatti:

Base Blu

Ti consigliamo anche di utilizzare i social network per invitare i tuoi visitatori  a scoprire i vantaggi dell’iscrizione alla tua newsletter, come fa, per esempio, il negozio Nicole Design Store

Capture d’écran 2020-01-08 à 11.46.45

Un altro modo sicuramente efficiente per ampliare il tuo elenco contatti è quello di creare una risorsa gratuita (e-book, webinar, ecc.) che abbia un valore per i tuoi clienti.

Successivamente, ti consigliamo di mostrare questi contenuti sempre per primi nel tuo sito o nelle pagine dei tuoi social network, in modo tale da invogliare gli utenti a lasciare i suoi dati per ricevere in cambio un contenuto di suo interesse.

 

2. Definisci gli obiettivi dell’e-mail marketing

Come molti altri strumenti di marketing, l’e-mail non è efficace se non è seguito da una strategia forte e chiara. Prima di iniziare a progettare ed inviare una campagna di e-mail, è fondamentale che tu scelga il motivo per cui la stai inviando.

Ti consigliamo di chiederti sempre: “Cosa voglio ottenere con questa e-mail?”. Infatti a seconda delle tue esigenze ci sarà un determinato obiettivo: vendere un prodotto, notorietà di marca, interazione con i contenuti, ecc.

Analizza i risultati per vedere se hai raggiunto i tuoi obiettivi. I test A/B ed il confronto delle prestazioni della campagna ti permetteranno di definire il successo o meno della tua strategia, studiando il ritorno sul tuo investimento (ROI). L’A/B test è un processo per confrontare due versioni (A e B) di una stessa e-mail su una piccola porzione di destinatari, per poi inviare all’intero campione la versione che ha prodotto i migliori risultati rispetto ai tuoi obiettivi.

 

3. Costruisci le tue E-mail

Ora che hai definito i tuoi obiettivi e hai un elenco di contatti attivi di alta qualità a cui inviare le tue e-mail, il passo successivo è costruire le tue campagne. 

Ma cosa devi includere nelle e-mail che invii? Anche se alcuni dei contenuti sono altamente personalizzabili e dipendono dai tuoi obiettivi, ci sono una serie di elementi che devono sempre essere presenti nelle e-mail che invii.

Vediamo insieme quali sono:

  • Linea Tematica:

La riga dell’oggetto dovrebbe far risaltare la tua e-mail nella posta in arrivo dei tuoi clienti. Sebbene sia importante mantenere il tono e la voce fedeli al tuo marchio, potresti provare diversi approcci che possono aiutarti ad attirare l’attenzione sulla tua e-mail, per esempio con frasi accattivanti o emoji.

Buono a sapersi: il 56% delle negozi che utilizzano emoji nel titolo delle loro e-mail ottengono un maggiore Open Rate (Experian).

Il consiglio che possiamo darti, come già detto in precedenza, è quello di fare continuamente dei test A/B in modo da capire quale funziona meglio per il tuo caso.

  • Il nome del mittente:

Siamo sicuri che non vorresti che i tuoi contatti pensassero che hanno appena ricevuto un’e-mail casuale.

Ti consigliamo di assicurarti sempre di far sapere ai tuoi contatti chi sta inviando l’e-mail. Utilizza il nome del tuo marchio, o se vuoi mettere in gioco la tua creatività trova qualcosa che può essere ricollegato a te e cerca di mantenerlo coerente.

  • L’intestazione:

Il potere del PreHeader è molto spesso sottovalutato. Esso è un elemento molto utile che ti permette di sintetizzare il contenuto della tua e-mail, ed è particolarmente importante per i visitatori che utilizzano i dispositivi mobili. Lo scopo è quello di presentare l’oggetto della tua e-mail e catturare l’attenzione del lettore.

Il consiglio che ti possiamo fornire è quello di inserire nel preheader una call-to-action che spinga l’utente a visionare il contenuto della tua mail. Per esempio: "Un regalo per te" o meglio "20% solo per te". 

  • Call-to-Action (CTA):

I CTA sono interconnessi con gli obiettivi della tua campagna. Infatti quando li crei, considera cosa vuoi che facciano i tuoi iscritti dopo aver letto la tua e-mail.

L’obiettivo è quello di creare CTA reattivi e facili da navigare sia su desktop che su mobile. Non dimenticare che le CTA presenti nelle e-mail hanno lo scopo di favorire l’azione da parte degli utenti, cerca quindi di farla sempre notare. Puoi lavorare sulla grafica, sul layout e soprattutto con i test A/B che ti permetteranno di scoprire quale CTA sia più performante per il tuo business.

 

4. Progetta e-mail responsive e coinvolgenti

Nel mondo tecnologico in cui oggi viviamo, ci sono una serie di cose fondamentali che devi considerare quando progetti le tue campagne. Vi è una forte richiesta di materiale visivo diversificato, coinvolgente e soprattutto che sia responsive in modo da adattarsi a tutti i dispositivi su cui è fruibile.

Infatti, il 41% delle email viene aperto sui telefoni cellulari, l’11% sui tablet ed il rimanente 48% sui desktop (Fonte: Litmus). 

Ti mostriamo ora qualche esempio di e-mail marketing, realizzata da Creative Cables, molto coinvolgente e che è stata realizzata in materiale ottimale:

Creative Cables

Delle belle immagini permettono di trasmettere delle emozioni, di raccontare la tua storia e di invogliare il visitatore ad acquistare.

 

5. Rendi l’e-mail rilevante

Al giorno d’oggi riceviamo tantissime mail. Ma quante di queste sono effettivamente rilevanti? Per garantire il successo della tua strategia di e-mail marketing, devi creare dei messaggi unici che soddisfano realmente le esigenze dei tuoi clienti e che siano in grado di arrivare al momento giusto. 

Infatti un fattore molto importante per le e-mail marketing è quello delle differenti fasi in cui può trovarsi il cliente. Per differenti fasi si intendo il ciclo di vita di un cliente all’interno di un sito web: per esempio un prospetto che ha lasciato la sua e-mail ma non ha ancora acquistato nulla, o al contrario ha aggiunto prodotti al carrello ma non ha finalizzato la vendita, ecc.

Risulta quindi fondamentale far ricevere ai tuoi clienti o visitatori dei contenuti pertinenti, adatta alla loro posizione all’interno del percorso d’acquisto.

Per rendere un contenuto pertinente ai tuoi visitatori basati principalmente sui dati che riesci ad estrapolare dal tuo sito web. Gli strumenti di Analytics ti permetteranno di scoprire moltissimi dati suoi tuoi clienti, in questo modo riuscirai a rendere le tue e-mail personalizzate per interessi o comportamenti.

Potresti per esempio indirizzare differenti CTA per differenti azioni compiute sul tuo sito: "Acquista ora" per recuperare un carrello abbandonato, "Scopri di più sull’ultima collezione" per un nuovo cliente, ecc. Testa sempre le CTA in modo da scoprire quale sia la più performante.

Infine grazie alla segmentazione, personalizzazione e automazione riuscirai a  rendere rilevante la tua campagna di e-mail.

Italo Treno

Newsletter Italo Treno
Per invogliare i nuovi clienti ad acquistare prodotti ed iscriversi
al programma fedeltà.       

 

Schermata 2020-01-07 alle 10.28.04

Newsletter Burberry
Per proporre ai clienti esistenti di outfit dopo qualche anno che non si acquista sul sito ufficiale.    

 

6. Ottieni Feedback

L’ultimo passo per impostare la tua strategia di e-mail marketing è scoprire quanto hanno avuto successo le tue campagne e quindi imparare dalle esperienze passate.

Per fare ciò, puoi semplicemente raccogliere i feedback dei tuoi clienti per scoprire esattamente cosa piace del tuo marchio e cosa puoi migliorare. Oppure puoi utilizzare strumenti come i test A/B o comparatori delle prestazioni per analizzare concretamente le performance delle tue e-mail.



Ora, conosci tutte le differenti tappe ed i vari passi da compiere per mettere in atto la giusta strategia di e-mail marketing. Non dimenticare la potenza di questo strumento che è in grado di farti mantenere un legame profondo con il tuo target, e di raggiungere le persone con messaggi personalizzati ad hoc per loro.

E tu hai già definito la tua strategia? Vorresti aggiungere qualcosa a questo articolo? Lascia la tua opinione nei commenti!

Post tagged: Consigli e-Commerce

A proposito dell’autore

Emanuele Patrizi

Emanuele si occupa della redazione di contenuti sulle tendenze, le innovazioni nel settore dell'e-commerce. Condivide i suoi consigli con gli e-merchants che mirano allo sviluppo della propria attività online.

0 comment

New call-to-action
integra il pagamento online sul tuo sito

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER